Attendere prego ...

tour 2015

Data Ora Località Struttura
07/03/2015 Castelvecchio Pascoli (LU) festival Unplugged d'Autore - Auditorium
10/03/2015 Lucerna Stadtkeller
11/03/2015 Rubigen MŘhle Hunziken
12/03/2015 Herisau Casino
14/03/2015 Zurigo Volkshaus
15/03/2015 Biel/Bienne Palace
16/03/2015 Basilea Kuppel
Data Località
07/03/2015
Castelvecchio Pascoli (LU)
festival Unplugged d'Autore - Auditorium
10/03/2015
Lucerna
Stadtkeller
11/03/2015
Rubigen
MŘhle Hunziken
12/03/2015
Herisau
Casino
14/03/2015
Zurigo
Volkshaus
15/03/2015
Biel/Bienne
Palace
16/03/2015
Basilea
Kuppel
Berlusconi, Bossi e Fini in un fumetto di Edoardo Bennato pubblicato su 'Il venerdì di Repubblica' del 13/01/1995.
Berlusconi
TRA LE RIGHE DEI TESTI DELLE CANZONETTE DI EDOARDO, DAL 1973 AL 2013, CI SONO LE RISPOSTE AGLI INTERROGATIVI CHE CI SI PONE SU DI LUI, SULLA SUA COERENZA, SULLA REALTA' SOCIALE, POLITICA E CULTURALE DELL'ITALIA.

1973 – SALVIAMO IL SALVABILE: Abbiamo fatto una bella riuscita, a questo punto la mela è avariata, io me la vedo brutta ma …Salviamo il salvabile!
S’alza il sipario, forse è l’ultimo atto, ognuno in fila a firmare il contratto, la recita continua e noi salviamo il salvabile!
…Io stavo avanti e facevo da guida e quanta gente si è persa per strada, io ero in buona fede ma…Salvate in salvabile!

MA CHE BELLA CITTA’: Ma che bella città, sento l’acqua alla gola, forse è un colpo di mano, forse è stata la storia, io venivo di là ...ah ma che bella città …..c’è un elenco di buoni, i cattivi di là sono tutti schedati …ah ma che bella città!….
Sul giornale c’è scritto:“ Puoi fidarti di me, il peggiore di tutti si è scoperto è, ha le ore contate “ ... ah ma che bella città

D’album NON FARTI CADERE LE BRACCIA

RINNEGATO: Eugenio dice che sono un rinnegato, perché ho rotto tutti i ponti col passato, guardare avanti si ma ad una condizione: che tieni sempre conto della tradizione ….Rinnegato , sei un rinnegato, non ti conosciamo più!

DETTO TRA NOI: Detto tra noi sono solo un brigante non un re, sono uno che vende sogni alla gente, fa promesse che non potrà mai mantenere….favole si né ho contate tante, tante sai, ma detto tra noi io non sono un gigante, draghi non ne ho ammazzati mai !

1974 - Dall’album I BUONI E I CATTIVI

ARRIVANO I BUONI: Arrivano i buoni, arrivano arrivano , finalmente hanno capito che qualcosa qui non va…ah ah
Arrivano i buoni e dicono basta a tutte le ingiustizie che finora hanno afflitto l’umanità …ah ah
Arrivano i buoni, finalmente una nuova era comincerà …..senza servi ne padroni, senza guardie ed assassini, d’ora in poi tutti uguali, finalmente una nuova era comincerà …. Arrivano i buoni e hanno le idee chiare, ed hanno già fatto un elenco di tutti i cattivi da eliminar!

BRAVI RAGAZZI: Per fronteggiare la situazione c’è stato un programma alla televisione, hanno parlato tutti gli avvocati, di tutte le bandiere, di tutti i partiti, ed è stato proprio commovente vedere tutti quei grandi sacrificar le proprie idee in nome del bene della gente, poi hanno dato severe istruzioni: di stare calmi, di stare buoni ….buoni su…buoni ragazzi ma non è il caso di agitarsi …. bravi su…fate i bravi ragazzi, vedrete che poi sistemeremo tutto !

1975- Dall’album IO CHE NON SONO L’IMPERATORE

IO CHE NON SONO L’IMPERATORE: I conti in banca li han fatti saltare, tutti in soffitta a pregare per tre, chi ha visto il piano regolatore ha detto Bravo , ma ride di me! …sperequazioni e intrallazzi privati, io sono il primo con il pollice in giù, ma chi mi dice che è tutta una scena e poi son quello che imbroglia di più ….chi mi assicura che a un dato momento scendo dal treno e ti dico di no, muovo gli scacchi a secondo del vento, non in funzione di quello che so! …

SIGNOR CENSORE: Signor censore che fai lezione di morale, tu che hai l’appalto per superare il bene ed il male, sei tu che dice quello che si deve e non si deve dire!...

MENO MALE CHE ADESSO NON C’E’ NERONE: …Ed alle feste che organizzava c’era il bel mondo ed anche lui suonava, gli altri all’aperto senza protestare, se no aumentava le tasse da pagare…meno male che adesso non c’è Nerone!
Però in fondo ci sapeva fare, è per distrarli dalle cose serie, ogni domenica li mandava in ferie, tutti allo stadio a farli divertire…meno male che adesso non c’è Nerone

1976- Dall’album LA TORRE DI BABELE

LA TORRE DI BABELE: Non vi fermate dove costruire la vostra torre, la torre di Babele, sempre più grande sempre più alta e bella, siete o non siete i padroni della terra?

VENDERO’: Venderò il mio diploma ai maestri del progresso, per costruire un nuovo automa che dia a loro più ricchezza e a me il successo….Ai signori mercanti d’arte venderò la mia pazzia, mi terranno un po’ in disparte, chi è normale non ha molta fantasia!....Venderò la mia rabbia a tutta quella brava gente che vorrebbe vedermi in gabbia e forse allora mi troverebbe divertente.

EAA: Giù per la discesa, dritti verso il burrone ormai nessuno ci potrà fermar…EAA, ho parlato con il conducente e mi ha detto in un orecchio che ha i freni rotti e che non vanno più…mi ha detto che non è colpa sua ma che farà il suo dovere fino in fondo e poi si vedrà.. EAA dritti verso il burrone, ormai nessuno ci potrà fermar …EAA mi sono distratto per un momento e il conducente ha premuto un bottone e si è catapultato giù …EAA ma come vanno forte, non si sono accorti di niente e continuano a cantar!

1977- Dall’album BURATTINO SENZA FILI

MANGIAFUOCO: Non si scherza, non è un gioco, sta arrivando Mangiafuoco, lui comanda e tiene i fili, fa ballare i Burattini! … C’è un gran ballo questa sera ed ognuno ha la bandiera, marionette commedianti balleranno tutti quanti…tutti i capi di partito e su in alto Mangiafuoco, Mangiafuoco fa le scelte muove i fili e si diverte….
Ma se scopre che tu i fili non ce li hai , se si accorge che tu il ballo non lo fai allora sono guai, attento ragazzo, che chiama i suoi gendarmi e ti dichiara …pazzo !

IN PRIGIONE IN PRIGIONE: …e tutti i professori medici e dottori, notabili ed avvocati, e tutti i capi dei sindacati in prigione in prigione e che vi serva da lezione…Bennato, anche tu in prigione e che ti serva da lezione!..

1980- Dall’album SONO SOLO CANZONETTE

SONO SOLO CANZONETTE: La chitarra era una spada e chi non ci credeva era un pirata…non potrò mai diventare direttore generale delle poste o delle ferrovie, non potrò mai far carriera nel giornale della sera anche perché finirei in galera….mai nessuno mi darà il suo voto per parlare o per decidere del suo futuro, nella mia categoria tutta gente poco seria di cui non ci si può fidare…guarda invece che scienziati che dottori, che avvocati, che folla di ministri e deputati, pensa che in questo momento proprio mentre io sto cantando stanno seriamente lavorando! Per i dubbi e le le domande che ti assillano la mente va da loro e non ti preoccupare sono a tua disposizione e sempre, senza esitazione loro ti risponderanno….Ma per quelli in mala fede sempre a caccia delle streghe io dico no, non è una cosa seria, e così è se vi pare, ma lasciatemi sfogare non mettetemi alla strette, o con quanto fiato in gola vi urlerò non c’è paura, ma che politica che cultura, sono solo canzonette!

ROCK DI CAPITANO UNCINO: ….Io ero un benestante, non mi mancava niente, ma i soldi di papà li spendo tutti qua a combattere sul fronte, ma lo capite o no, ve lo rispiegherò, per scuotere la gente non bastano i discorsi, ci servono le le bombe…..Si prende gioco di me, e fa il gradasso perché quei branchi di mocciosi lo stanno ad ascoltare, lo credono un eroe, ma è solo un qualunquista, un esibizionista, di tutti i miei nemici è il più pericoloso, è il primo della lista…
Io sono il professore della rivoluzione, della pirateria io sono la teoria, il faro illuminante…Chi si arruolerà un bel tatuaggio avrà, ma da quel trampolino io chi non vuol firmare lo sbatto giù nel mare….
Siamo alle solite eh? Si batte la fiacca? Io mi sacrifico per voi e questo è il vostro ringraziamento!

1983- Dall’album E’ ARRIVATO UN BASTIMENTO

ECCOLI I PRESTIGIATORI: …. Eccoli i prestigiatori, abili nei giochi di potere, sorridono ma solo per finzione, fate largo fateli passare…. Eccoli, ecco i giocolieri, fate largo, fate entrare i nani, mani basse nelle alte sfere, carte false ma buone maniere… L’asso nella manica è la loro specialità, il trucco c’è ma non si vede, chi lo scoprirà? ….Entrano tutti gli invitati, accuratamente selezionati, luce rossa accesa, questo è il segnale, tutti insieme pronti ad applaudire! …
Come lo show della domenica, sfidano le celebrità e chi non ha le carte in regola fuori resterà!......
Sono loro i più potenti, vuoi che non contate, voi, dovete stare attenti! ….A volte protestate, vi fate il sangue amaro, ma quelli sono maghi, vi leggono il pensiero…. Per questo, ogni anno, quando arriva Carnevale, tirano fuori dal cilindro la scheda elettorale, e chiusi in una cabina, voi, come ultima illusione, mettete una croce a caso, dove più vi pare!

1987- Dall’album ABBI DUBBI

ABBI DUBBI: Nessuna verità è poi così sicura, si sono troppi dubbi, non fartene un problema….Non abbi dubbi solo sul rock and roll, nemmeno un dubbio sul rock and roll!......

OK ITALIA: Ti muovi lenta e ti lasci guardare, ok Italia!....Dondoli i fianchi come solo tu sai fare, sei un rapido sempre in ritardo, un grande sogno da attraversare! ….

1992- Dall’album JOE SARNATARO- E’ ASCIUTO PAZZO O’ PADRONE

VUTAMMO PER TE: Tu si o masto è l’arte dò campà, a parole j che ti fidi e ‘ fa, hai fatto pure il corso all’università e quando parli è solo pe’ mbroglià ! …..Chi ta visto into a’ televisione, ha pensato j come parla buono chisto è n’ ommo che sape quello che sadda fà …. Alle prossime elezioni jamm l’ a’ vutà !
Eh sì, vutammo per te! ….Eh sì vutammo per te…Eh sì, solo per te ! …..

A’ GENTE E’ BONA: A’ gente è bona, povera gente non tiene colpa perché non conta niente … ma a’ gente è bona, povera gente, solo chi comanda è malamente!......
Si fosse overo nun c’è vulesse niente, bastasse sulo che avutasse o’ viento, e cummannasse solo a’ brava gente, e a sotto loro, e ’ malamente! …..
1992- Dall’album IL PAESE DEI BALOCCHI

IL PAESE DEI BALOCCHI: Qui si scherza sempre, è Carnevale tutto l’anno, non ci sono scandali né crisi di governo, va tutto a gonfie vele qui nel paese dei balocchi!....

1993- Dall’album SE SON ROSE FIORIRANNO

MEGLIO TOPOLINO: …Tu che parli in nome del partito e lo difendi strenuamente, Topolino, meglio Topolino, almeno lui è più elegante………Cavaliere, asso di denari, dal sorriso accattivante, Paperone, meglio Paperone, lui almeno non promette niente!....In nome della virtù, in nome dell’incoscienza, in nome della tivù, in nome dell’indecenza!.....

C’ERA UNA VOLTA: C’era una volta un paese che non dico, che non so con tanta gente colta che più colta che più colta non si può, ma un destino ladro lo aveva condannato per cent’anni ad essere attraversato da una banda di penosi barbagianni! …Ma poi, un bel giorno, un bel giorno come fù o come non fù, ci fù un grande urlo e arrivarono i Pompieri di Viggiù, ci fù un grande imbroglio e arrivarono proteste in quantità, e la gente che gridava hip hip Urrà !.....
….No, onorevole proprio no, onorevole sarà lei ! ….No, onorevole dei miei stivali, non sono mica nato ieri! ….
…E badi come parli e parli come badi ! ….

CHI NON SALTA: Chi non salta è bianco rosso nero giallo azzurro e blue, per non essere da meno salta pure tu!
Tutti sotto una bandiera e allora uno due e tre, tutti insieme e chi non salta rinnegato è ! ….Come vedi siamo in tanti, naufraghi in alto mare, senza più riferimenti, non ci resta che saltare!....
Un due tre, questo è il gioco per scoprire chi, chi si ostina a dire no in mezzo mille sì ! ….

1997- Dall’album SBANDATO

SBANDATO: Io che sbando con la musica di periferia, io tagliato fuori dai cortei che vanno via, con le verità di una sola parte, con gli slogan della gente che è convinta ed urla forte …
…… Idee, bandiere, che non mi dicono niente, io sono Sbandato e cerco te solamente!....

I GEMELLI DELLA VERITA’: Come gemelli, gli stessi ritornelli voi cantate, formule uguali, stessa pubblicità stesse trovate, RAI 3 o Rete4 non vi distinguo affatto, RAI 4 o Rete3 che differenza c’è ! ……
Come un gioco di bambini, chi ti piace più il 4 o più il 3 ? …Come un gioco di Guelfi e Ghibellini chi è con il Papa e chi con il Re ! ….. Come i gemelli giocate insieme e sempre litigate, ma se vi dico che siete uguali allora vi arrabbiate…
Espresso o Panorama, chi di voi più mi ama? ….Panorama oppure Espresso, chi mi ama di più adesso?....
Sì lo ammetto, sarà per ignoranza, incoscienza o stupidità, ma non vedo qual è la differenza tra i gemelli della verità!...
Come un gioco di bambini, indovina chi vincerà?....Come un gioco di Guelfi e Ghibellini, i Gemelli della Verità!....

2007- IL GIOCO DELLE TRE CARTE: Questo è il gioco delle tre carte, avvicinatevi !....Sinistra, destra oppure al centro non distraetevi! …Se state attenti a tutti i miei movimenti, ve lo garantisco, potete vincere! …
Questo è il gioco delle tre carte, avanti popolo!....Qui non c’è trucco, qui non c’è inganno, io sono l’angelo che in questa valle di lacrime e rassegnazione vi offre almeno un brivido e un’emozione!.....
Questo è il gioco delle tre carte, l’hanno inventato, perfezionato quei politicanti che prima urlano dalla sporca guerra e poi si rimangiano tutto per restare in sella!.......

2008- SINISTRO: Ma com’è sinistro quel tuo tono cupo, predichi uguaglianza ma vuoi fare il capo, e difendi il gregge ma sei tu il lupo!.....
Ma com’è sinistro, ma com’è kafkiano il tuo ingresso in scena da dietro il sipario, non hai più pudori, fai burattinaio!....
Sei tu che decidi chi è un vero artista, ma se fa il Maligno lo levi dalla lista, è questa la tua idea dell’arte ed è così sinistra
…E tra i più Maligni chi ti fa più dannare è lui, il Grillo parlante, e tu lo vuoi schiacciare, e poi tra i più Benigni ti scegli il tuo giullare! ….
La satira è scherzosa sbeffeggia il potere, ma con il tuo regime c’è poco da scherzare, la tua censura è bieca sinistra è micidiale !.....
Forse è un po’ sinistra questa canzonetta, ma io sono un rinnegato, non lo faccio apposta e tu che fai il censore, censura pure questa! …..

2010- Dall’album LE VIE DEL ROCK SONO INFINITE

C’ERA UN RE: Così sotto una sola bandiera cominciò la tiritera tra i briganti ed i Savoia, colpa tua colpa mia, tutti sempre insoddisfatti nord e sud cani e gatti. Metternich l’aveva detto ma pensarono ad un dispetto c’era troppa differenza tra Vigevano e Cosenza e tra Alpi Madonie ,proprio niente da spartire, ma la cosa più tremenda è che la differenza aumenta. Perciò attenti al manuale rileggetevi il copione sventolare il tricolore è una vera provocazione , è concesso solo ad un patto in un’unica occasione solo se la Nazionale batte tutti nel pallone. E’ così s’inventarono l’Italia. Questa figlia dei Savoia, questa Italia da operetta, questa Italia dei valori , lunga lunga stretta stretta, da Pontida a Mercogliano, da Monopoli a Belluno, tutti avanti miei prodi, Tutti figli di nessuno chi è rimasto imbottigliato cerca scampo contromano, chi è fedele alla Padania e chi a Napolitano, ma che bella rimpatriata ma che bella fregatura c’è chi brucia la bandiera e chi incendia spazzatura!.....

IL CAPO DEI BRIGANTI: Sono il capo dei briganti, inseguito braccato, ma sono il vero Napolitano e quell’altro è un Rinnegato. Sono il capo dei briganti, sono sto scomunicato e combatto la guerra santa nell’anonima del peccato.
Questa è terra di frontiera, questa è terra di nessuno, se il tiranno la rivuole sarà muro contro muro. Qui è la fabbrica dei miracoli, qui è il santuario dei dannati, la miseria aizza i diavoli nel reparto agitati!..
Qui è lotta senza quartiere, siete tutti avvisati, nel frastuono del vostro sdegno, nel silenzio dei carri armati!....

2011- LA MIA CITTA’: Stanca, rassegnata, innocente, invasata, nuda, svergognata ,tradita, condannata ma è la mia città !......
E domani chi lo sa, vedrai che cambierà , magari sarà vero, ma non cambierà mai niente se ci credo solo io.